“Flussi migratori tra clinica e società”: il 5 e 6 giugno due convegni a Siracusa con l’etnopsichiatria Piero Coppo

I flussi migratori che caratterizzano la società contemporanea e in particolare il nostro territorio ci pongono inquietanti interrogativi: come possiamo evolverci integrando le irriducibili diversità? Su quale fragilità fa presa la seduzione esercitata da ideologie fondamentaliste?Psicoterapeuti della Gestalt e accademici dialogheranno assieme a Piero Coppo, il rappresentante italiano più illustre dell’etnopsichiatria, su nuove prospettive cliniche e sociali per risolvere il bisogno di radicamento avvertito dai giovani, e per sostenere le competenze degli adulti di accogliere e orientare un momento così drammatico della nostra Storia.

Il 5 e 6 giugno 2015, presso l’Auditorium del Museo Archeologico Regionale “Paolo Orsi” di Siracusa, si terranno due convegni gratuiti, realizzati con il patrocinio dell’Ordine degli psicologi della Regione Siciliana, sul tema “Flussi migratori tra clinica e società – Metamorfosi culturale, conflitto e bisogno di radicamento”. Venerdì 5 giugno, dalle ore 9:00 alle 17:00, si terrà il convegno dal titolo “Continuità colturale, conflitto e bisogno di radicamento: nuove cifre ermeneutiche”. Sabato 6 giugno, invece, si parlerà del tema “I passaggi critici nel post-moderno e il ruolo della psicoterapia: nuove cifre estetiche”.

544_brochure