il Presidente del Cnop Fulvio Giardina si dimette dal C.I.G dell’E.N.P.A.P

Cari colleghi, egregio Direttore,

mi pregio informarVi che lo scorso 11 giugno sono stato eletto presidente del Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi: un incarico di indubbia valenza professionale, che mi onora molto e su cui riverserò tutte le mie attenzioni e le mie risorse.

Proprio per tali motivi, e per ovvie esigenze di opportunità, Vi rimetto l’incarico di componente del Consiglio di Indirizzo Generale dell’E.N.P.A.P., che, su un piano prettamente normativo, non presenta invece alcuna incompatibilità.

Nelle linee programmatiche che presenterò quanto prima al C.N.O.P. vi è, tra gli obiettivi generali, il rafforzamento della dimensione identitaria dello psicologo, che è alla base di qualunque processo di crescita e di sviluppo della professione.

Sono convinto che il primo passo sia proprio quello di creare una proficua, concreta ed efficace sinergia tra C.N.O.P. ed E.N.P.A.P., affinché tutti gli psicologi possano cogliere l’unitarietà degli interventi proposti, pur all’interno delle specifiche competenze istituzionali.

La mia personale esperienza, maturata quale componente del C.I.G. nella precedente e nell’attuale consigliatura, spero potrà facilitare questo obiettivo: Vi preannuncio infatti che sarà mia cura invitarvi al C.N.O.P. in una delle prossime sedute.

Vi sarei grato se potessi portare un doveroso e affettuoso saluto a tutti i colleghi in occasione dei lavori del prossimo C.I.G..

Sento di ringraziarVi molto per la disponibilità mostrata nei miei confronti ogniqualvolta se ne è presentata l’opportunità.

Un ringraziamento particolare mi permetto rivolgerlo al Direttore Muzzin, non soltanto per l’indubbia competenza, ma anche per la grande umanità mostrata.

Un caro saluto
Fulvio Giardina